MORTE DI UN GIOVANE PILOTA: CASO RIAPERTO DOPO 10 ANNI

Finalmente scoperta la verità su un caso archiviato e senza un colpevole

Un caso anche molto delicato soprattutto per i parenti del giovane ragazzo di appena 17 anni, deceduto a causa di un incidente ritenuto autonomo dalle indagini effettuate dalla Procura della Repubblica e pertanto archiviato dal Giudice per le Indagini Preliminari.

Dagli accertamenti compiuti sulla scena dell’incidente, si era subito concluso come il centauro non indossasse il casco e che l’incidente fosse stato autonomo.

Ma dopo quasi dieci anni, la famiglia si è rivolta al nostro Studio che ha per prima cosa ha deciso, anche qui, di approcciarsi al caso in maniera tecnica con strumenti di ricostruzione del campo del sinistro e l’utilizzo di programmi di analisi dei due unici video esistenti.

L’esito delle indagini, unite alla perizia ricostruttiva della dinamica, ha permesso di individuare due vetture (prima nemmeno ipotizzate) che qualche secondo prima dell’impatto del motociclo condotto dal giovane centauro, avevano effettuato un azzardato sorpasso così determinando una grave coinvolgimento dei mezzi nella morte del ragazzo.

Inoltre, dalle immagini acquisite e rielaborate si è potuto accertare come il ragazzo indossasse il casco di protezione.

L’individuazione delle vetture, naturalmente rimaste non identificate, ha dato la possibilità al nostro studio di poter esercitare l’azione di risarcimento del danno contro il Fondo di Garanzie Vittime della Strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Come possiamo aiutarti?